8HOME

 

 

 

 

 

STORIA E VICENDE DI UN PAESE IRPINO

 

17-10-20

 

 

 

Il castello di Morra De Sanctis  (cliccare su foto per ascoltare l'Inno Italiano)

Il castello di Binningen (cliccare su foto per ascoltare l'Inno svizzero)

Geschichte, Film, Schloss von Binningen, Dorfmuseum hier klicken

     
     

IMPORTANTE ARTICOLO DELL'UNIVERSITÀ DI CORDOBA, SPAGNA, E DELL'UNIVERSITÀ DI CAMPOBASSO CHE RIGUARDA ANCE UN RICERCATORE MORRESE

MIO FIGLIO MI HA DETTO CHE VERRÀ TRASMESSA SU REI TRE REGIONALE UN'INTERVISTA. QUANDO SARÀ IN RETE VE LO FARÒ SAPERE.

l'articolo originale è in spagnolo, io ve l'ho tradotto in italiano. Nella foto il gruppo di riercatori dell'Università di Cordoba diretto dal morrese Antonio Di Pietro.

 

Università di Córdoba (Spagna) e Università degli Studi del Molise (Italia)
Se c'è qualcosa che mette sottosopra il settore agricolo, a parte i funghi che appassiscono le foglie e gli steli delle piante, sono i funghi che vivono nel terreno. Questi sono praticamente impossibili da rimuovere. Le uniche soluzioni possibili oggi sono l'utilizzo di fungicidi e altri composti chimici che finiscono per contaminare la terra e l'acqua, quindi il loro utilizzo è sempre più limitato. Attualmente la scienza è alla ricerca di nuove soluzioni meno inquinanti, come il controllo biologico, un metodo che utilizza i microrganismi per proteggere le piante dai funghi. Tuttavia, non è ancora completamente efficace. L'azione degli organismi biologici dipende da molti fattori, quindi sono ancora necessarie ulteriori ricerche sul loro comportamento.
Un gruppo di ricerca internazionale dell'Università di Córdoba e dell'Università degli Studi del Molise di Campobasso, Italia, sta lavorando a questo. In un articolo pubblicato oggi sulla rivista Nature Communication, hanno dimostrato i meccanismi attraverso i quali un batterio specifico, Rahnella aquatilis, riesce a penetrare nella pianta attraverso le radici e proteggerla

 

dal fungo Fusarium oxysporum, che colonizza le piante attraverso le loro radici. e che è letale per loro.
"I risultati mostrano che il batterio è in grado di rilevare chimicamente la presenza del fungo nel terreno e lo utilizza come veicolo per raggiungere la radice" spiega Antonio Di Pietro, professore del Dipartimento di Genetica dell'Università di Córdoba e uno dei direttori dello studio. Lo fa seguendo le ife del fungo, piccoli filamenti che gli permettono di creare una sorta di rete nel terreno attorno alla radice. Una volta raggiunta la radice della pianta, i batteri riescono a penetrarla e colonizzarla.
È allora che Rahnella aquatilis inizia a produrre grandi quantità di acido gluconico, un composto che non solo non danneggia la pianta ma le consente anche di migliorare la sua capacità di assorbire i composti del suolo come il ferro e altri metalli e la protegge dall'attacco fungino. . "Serve un pH elevato per poter infettare la pianta ma l'acido secreto dai batteri riesce ad abbassare il pH in modo molto efficiente, bloccando così la capacità di infezione del fungo", spiega il ricercatore.
Questo studio evidenzia l'importanza della collaborazione internazionale poiché il team italiano ha studiato questo batterio negli ultimi anni mentre il team dell'Università di Córdoba, da parte sua, si era dedicato allo studio del meccanismo d'azione del fungo. Questa collaborazione ha permesso la generazione di conoscenze che rappresentano un grande progresso nel campo dell'agricoltura poiché ci permette di muoverci verso sistemi di protezione delle piante contro i due funghi fitopatogeni in modo molto più sostenibile e benefico per l'ambiente.
Lo studio è stato condotto nell'ambito del progetto "Meccanismi genetici di infezione fungina indotta dall'ospite" finanziato dal Ministero dell'Economia e della Competitività e del progetto "Studi sugli agenti di biocontrollo e le loro biomolecole per ottimizzare l'attività soppressiva del naturale Emendamenti contro i patogeni delle colture orticole trasmesse dal suolo "sostenuto dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Inoltre, ha avuto il sostegno del programma Marie Curie dell'Unione Europea attraverso il progetto ITN FUNGIBRAIN.
Davide Palmieri, Stefania Vitale, Giuseppe Lima,
Antonio Di Pietro, David Turrà. "Un endofita batterico sfrutta il chemotropismo di un patogeno fungino per la colonizzazione delle piante". Nature Communications. Doi: 10.1038 / s41467-020-18994-5

 

 Queste pagine web si arricchiscono progressivamente di vari volumi e quindi di molte cognizioni letterarie. Tutti possono accedervi.

Si richiede solo a chi usa documenti o concetti tratti da queste pagine, l'onestà intellettuale di citarne la fonte da cui sono state prese.

 

Come vedete sto cercando di tradurre in tedesco i miei libri, ma ci vorrà molto tempo per tradurli tutti.

Il dottor Gerardo Capozza ha fatto una prefazione esatta sul lavoro da me svolta nei trenta anni del dopoterremoto a Morra. Ancora grazie Gerardo.

 

PREFAZIONE DEL SINDACO DI MORRA DE SANCTIS GERARDO CAPOZZA AI MIEI TRE LIBRI “30 ANNI DI CRONACA DA MORRA DE SANCTIS E DEI MORRESI EMIGRATI”-

 

Sono passati circa trent’anni, da quando la Gazzetta dei Morresi Emigrati è entrata nelle nostre case.

Con puntualità e senza conoscere sosta alcuna, ma anche con ferma lucidità e con l’aspirazione di offrire una visione non parziale dei diversi aspetti che hanno interessato la nostra comunità, Gerardino Di Pietro ha rappresentato fatti e aneddoti di Morra, in cui i racconti si sono mescolati, talvolta, con la storia, la natura, la politica, senza preclusione verso le controversie d'opinione e più in generale rispetto ad una sana critica, ispirata costantemente ad una logica propositiva, che ha trovato nell’amore per Morra il suo unico fattore condizionante.

Partendo dalla Gazzetta, Gerardino ha deciso di estrapolarne gli scritti più significativi, per dar vita ad un'opera, in cui trovano espressione principi e valori, come quello della democrazia, del rispetto della persona e della natura, dell’amicizia, oltre ad un richiamo all’unità e alla necessità di superare sterili contrapposizioni, in nome di un solo interesse - il bene di Morra che se alimentati e, laddove necessario, recuperati, possono sicuramente contribuire a segnare il riscatto definitivo delle nostre terre, riguardo ad una condizione di emancipazione sociale e culturale, che ha conosciuto una profonda evoluzione, ma che è anche necessario adeguare e nel contempo preservare rispetto alle continue innovazioni che interessano la società attuale. Per questo Morra, oggi più di sempre, va difesa, ma per difenderla, va ancor prima compresa, soprattutto dai giovani che si apprestano a svolgere un ruolo attivo nella vita del nostro Paese.

L’opera di Gerardino, costituisce, certamente, un ottimo strumento di conoscenza, da cui partire, nella consapevolezza che dietro le pagine non c’è solo la fatica, ma anche la gioia di aver donato qualcosa.

Di questo ci riconosciamo debitori verso l’autore, al quale va il nostro più vivo ringraziamento e l’augurio di proseguire, con la stessa passione e lungimiranza,

 

lungo il percorso intrapreso nell’Aprile del 1983.

Gerardo Capozza Sindaco Morra De Sanctis

 

 

VORWORT DES BÜRGERMEISTERS GERARDO CAPOZZA

 

Es sind etwa dreissig Jahre vergangen, seit die Gazzetta dei Morresi Emigrati in unsere Häuser kam.

Mit Pünktlichkeit und ohne Unterbrechung, aber auch mit deutlicher Klarheit und dem Bestreben, eine unparteiische Vision der verschiedenen Aspekte zu bieten, die unsere Gemeinschaft interessiert haben, hat Gerardino Di Pietro Fakten und Anekdoten von Morra dargestellt, in denen sich die  Erzählungen manchmal mit Geschichte, Natur, Politik vermischten, ohne Ausschluss von Meinungsverschiedenheiten und ganz allgemein mit Blick auf eine gesunde Kritik, die ständig von einer proaktiven Logik inspiriert ist, die in der Liebe zu Morra ihren einzigen konditionierenden Faktor gefunden hat. Ausgehend von der Gazzetta beschloss Gerardino, die wichtigsten Schriften zu extrapolieren, um ein Werk zu schaffen, in dem Prinzipien und Werte zum Ausdruck kommen, wie die Demokratie, der Respekt vor den Menschen und der Natur, die Freundschaft, sowie ein Aufruf zur Einheit und zur Notwendigkeit, sterile Konflikte zu überwinden, im Namen eines einzigen Interesses - das Wohl von Morra, die, wenn sie genährt werden und wo nötig, wiederhergestellt, sicherlich dazu beitragen können, die endgültige Erlösung unserer Länder zu markieren, im Hinblick auf einen Zustand der sozialen und kulturellen Emanzipation, der einen tiefgreifenden Wandel erfahren hat, der aber auch im Hinblick auf die ständigen Innovationen, die die heutige Gesellschaft betreffen, angepasst und gleichzeitig erhalten werden muss.

Aus diesem Grund muss Morra heute mehr denn je verteidigt werden. Aber um es zu verteidigen, muss es vorher erst verstanden werden, vor allem von den jungen Menschen, die sich darauf vorbereiten, eine aktive Rolle im Leben unseres Dorfes zu spielen.

Gerardinos Werk stellt sicherlich ein ausgezeichnetes Instrument des Wissens dar, von dem aus man beginnen kann, in dem Bewusstsein, dass hinter den Seiten nicht nur die Anstrengung, sondern auch die Freude steht, etwas gegeben zu haben.Dafür stehen wir in der Schuld des Autors , dem wir unseren herzlichsten Dank und den Wunschaussprechen, den im April 1983 eingeschlagenen Weg mit der gleichen Leidenschaft und Weitsicht fortzusetzen.

 

Gerardo Capozza Bürgermeister Morra De Sanctis

 

 

 

Siamo innanzi ad un formidabile tentativo di conquista. Parseguito tenacemente e metodicamente. Si guardi in faccia  alla realtà.

La distensione, cioè la pacifica  convivenza, si raggiunge tra

forze attive che hanno toccato un certo equilibrio, non tra una

formidabile formazione organizzata ed aggressiva da una

parte ed un aggregato di vociferatori ed egoisti dall’altra.

Bisogna opporre organizzazione ad organizzazione, disciplina

a disciplina.

 

Alcide De Gasperi

 

Dal discorso al Consiglio Nazionale del 27-9-1953

 

Questa era scritto dietro la tessera della DC del 1856 e 1957

 

 

 

 

Anche questa è storia!

Articolo del Dott.  Jonatas Di Sabato pubblicato da CRONACHE GOLETANE

 

Famiglia a Natale (olio su tela 80x60)

 

Gerardo Di Pietro "Pausa durante la passeggiata a Bruderholz" (olio su tela 80x60cm.)

 

 

 

Gerardo Di Pietro Paesaggio in Grindelwald

(olio su compensato) 16/06/2020

 

 

Gerardo Di Pietro La Pastorella (olio su compensato 9/2020)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

G. Di Pietro "Ritratto di giovane donna"

(Olio su compensato, 06/08/2019)

 

Gerardo Di Pietro Giovane donna Olio su tela A3 25/6/2020

 

 

 

Gerardo Di Pietro "Ghiacciaio" (olio su compensato)

 

 

Gerardo Di Pietro, frutta (olio su carta speciale)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Caminito

 

Caminito que el tiempo ha borrado
Que juntos un día nos viste pasar
He venido por última vez
He venido ha contarte mi mal
Caminito que entonces estabas
Bordeado de trébol y juncos en flor
Una sombra ya pronto serás
Una sombra lo mismo que yo

 

Desde que se fue
Triste vivo yo
Caminito amigo
Yo también me voy
Desde que se fue
Nunca más volvió
Seguiré sus pasos
Caminito, adiós

  

 

Gerardo Di Pietro Sentiero Caminito (olio su carta speciale)26/6/2020

 

 

Gerardo Di Pietro Il garage di fronte (olio su compensato)

 

Gerardo Di Pietro, La casetta diroccata (olio su carta speciale)

 

 

Gerardo Di Pietro  "La fidanzata di un soldato"

 

   
 
Volevo segnalavi questo sitohttp://www.irpinia.org/biblioteca.php?id_categoria=2

 

Diversi link di film  Diversi link 

Nella pagina dedicata al terremoto ho aggiunto link di foto e diverse mie poesie ispirate al tragico evento.

 

 

 

Cliccare sul Gazzettino per vedere se ci sono nuove notizie)

 

 IL GAZZETTINO

 

 

NON SO SE CI AVETE MAI PENSATO: IL PRIMO EMIGRATO MORRESE IN SVIZZERA FU PROPRIO LUI NEL LONTANO 1856: "FRANCESCO DE SANCTIS", DOVREBBE ESSERE RICORDATO SUL MONUMENTO AGLI EMIGRATI A MORRA

SE CLICCATE SULLA TESTA DI QUESTO UCCELLINO TROVERETE OGNI SETTIMANA DEI BRANI SCELTI TRATTI DAI LIBRI DI DIVERSI AUTORI

 Questa settimana: Un brano del diario di Leone Tolstoi (lo scrittore russo Leone Tolstoi è quello che scrisse "GUERRA E PACE" che forse avete visto anche in un film

TUTTO QUELLO CHE ERA SCRITTO NEL GAZZETTINO SULLA BEATA MARIA GARGANI L'HO MESSO IN UNA PAGINA SPECIALE, CLICCARE SULLA SUA EFFIGIE

 

 

 

Comune di Morra De Sanctis Consolato in Basilea Consolato Zurigo Consolato Lugano Pro Loco Morra Sezione AME Zurigo

 Link Film Morra Pagina Link Notizie Biblioteca elettronica  Dialetto morrese  Monumenta Germanica Historica Manoscritto Divina Commedia Cartoline di Morra

Per cercare il manoscritto della Divina Commedia. cliccate sul tasto Manoscritto Divina Commedia. Quando si apre il sito della biblioteca, accanto dove è scritto "Buscar" nel piccolo spazio cliccate sulla piccola freccia blu e poi su Autore, nella spazio accanto scrivete Dante Alighieri, dopo cliccate su "BUSCAR"cliccate sul primo libro di colore bordó che appare .

Libri nelle biblioteca del Palazzo Grassi di Morra De Sanctis

LINK DI LIBRI E GIORNALI

Dizionari

Dizionario illustrato dei simboli

Elenchi telefonici

I Promessi Sposi parlato

Libri parlati, video, musica

Tutti i giornali

La Bibbia parlata

Isabella Morra Rime

La Divina Commedia parlata

Giacomino Pugliese Giacomo de Morra

Lapidi ricordo di F. De Sanctis

 

 

 

   

LINK DI AVVENIMENTI E CERIMONIE IN U.S.A

Foto Greenwich

Processione di S. Rocco in Greenwich

Dinner gemellaggio Morra-Greenwich

Immagini di Morra

DIVERSI LINK DI FILM

Film Maria Gargani in castello Morra

Cerimonia Maria Gargani Morra

Posa travi Piscina Morra

Diversi Film

Film documentario su Morra

conc. al cast. i favolosi anni 60 e 70

Un Viaggio Elettorale De Sanctis, promo 2

 

 

 

   

FOTO

fotocopie fonto antiche

Foto antiche

Morra fotografato col teleobiettivo

Jolanda Di Pietro impres. di Morra

Foto Morra di A. Pelosi

Foto S. Lucia

Altre foto S. Lucia

Foto Festa Ass. Camp.De  Sanc. Zurigo

Foto autunno a Morra

FOTO RIAPERTURA DELLA FERROVIA AVELLINO-ROCCHETTA S.ANTONIO

 

LINK DI ASSOCIAZIONI E ISTITUZIONI VARIE

 

Archemail.it

Archeoclub "Alta Irpinia"

 

 

 

LE CARTOLINE QUI SOTTO L'HA FATTE STAMPARE IL PROF. FRANCESCO GRIPPO CHE HA IL COPYRIGHT

 

                                                                                                     

Bellissima foto si Jolanda Di Pietro-Löhr del Reno con il ponte Wettstein,  la cattedrale e un ampio panorama della Piccola Basilea con il grattacielo della ditta chimica "La Roche"

Schöne Foto von Jolanda Di Pietro- Löhr des Rhein und Klein Basel

 
 
 
       
       
 
       
 
 

   

       
       

Ultimo aggiornamento:  17-10-20

 Counter

web stats