HOME

 

HOME

Disclaimer

Dedicata alla Beata Maria Crocifissa del Divino Amore

Dedicata a F. De Sanctis

Biblioteca elettronica

Deutsche Bücher

Archivio

Antiquarium

Articoli

Storia

Dialetto Morrese

Gazzette 1983-2013

Poesie

Quadri

Quadri astratti

Altirpinia  

Amministrazione Comunale Morra

Statuto Società Mutuo Soccorso U.S.A. 1912

Foto gite AME

 

Foto Cerimonia consegna casa De Sanctis restaurata ai discendenti

 

Foto feste AME

 

Film

 

Diverse Foto

 

Biografia di Gerardo Di Pietro

 

COMUNICAZIONI DELLE ASSOCIAZIONI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

HOME

IL GAZZETTINO

***

CRONACA E NOTIZIE DA MORRA DE SANCTIS

Vi informo che è online il sito del bicentenario. www.bicentenariofrancescodesanctis.it Cordiali saluti. Pietro Mariani.

 

OGNI TANTO DEVO PULIRE QUESTA PAGINA PERCHÉ DIVENTA TROPPO VOLUMINOSA E NON POSSO PIÙ METTERLA IN RETE. QUESTA VOLTA MI È DISPIACIUTO CANCELLA RE TUTTO, PERCIÒ HO COPIATO LA PAGINA E L'HO INSERITA NELL'ARCHIVIO. QUINDI, SE APRITE L'ARCHVIO, TROVERETE IL LINK ALLA PAGINA CHE DEL GAZZETTINO COME ERA IERI.

 

LINK  di un articolo su Isabella Morra

https://www.corriere.it/cronache/18_luglio_31/isabella-morra-uccisa-fratelli-poetessa-lucana-sognava-liberta-414ca7bc-9430-11e8-827e-24bcbc32092b.shtml

 

 

 Nel frattempo potete leggere i miei tre libri che io ho estratto dalle Gazzette dove ci sono cronache di avvenimenti e riflessioni su Morra e sui Morresi Emigrati

    


Nella Biblioteca elettronica ci sono tre libri di 400 pagine ciascuno in cui sono estrapolati tutti i miei articoli che ho scritto in trenta anni sulla Gazzetta dei Morresi Emigrati. Il sindaco Dott. Gerardo Capozza scrisse la prefazione al libro. Leggere qualcosa ogni tanto penso che vi rischiari la memoria sul mio impegno a cercare di mettere insieme tutti i partiti a Morra, per collaborare meglio alla ricostruzione del paese distrutto dal terremoto. Se leggete i miei articoli potete seguire passo passo i lavori di ricostruzione del paese e i problemi che sono stati risolti, così come l'interesse degli emigrati che con le loro feste misero insieme gli emigrati morresi di tutti i partiti e diventarono un polo d'unione anche per i morresi residenti, che arrivavano in bus per festeggiare insieme a noi. Ricordo lo stupore dell' Avv. Francesco De Rogatis di Torino che vedendo alla nostra festa di Aesch tanti morresi emigrati e residenti a Morra, esclamò: -Ma morra è qui non è a Morra!-.

 

In der elektronischen Bibliothek gibt es drei Bücher von je 400 Seiten, in denen alle meine Artikel, die ich in dreissig Jahren in der Gazzetta dei Morresi Emigrati geschrieben habe, extrapoliert sind. Der Bürgermeister, Dr. Gerardo Capozza, schrieb das Vorwort zum Buch. Lest ihr ab und zu, um euch an mein Engagement um alle Parteien in Morra zusammen zu bringen zu erinnern, um beim Wiederaufbau des durch das Erdbeben zerstörten Dorfes.
Besser zusammenzuarbeiten. Wenn ihr meine Artikel lesen, können Sie Schritt für Schritt die Arbeit des Wiederaufbaus des Dorfs und die Problemen, die gelöst wurden, sowie das Interesse der Auswanderer verfolgen, die mit ihren Festen, die Auswanderer aus Morra aus allen Parteien zusammen brachten und zu einem Symbol der Vereinigung für die Bewohner von Morra wurden, sodass mit dem Bus kamen, um mit uns zu feiern. Ich erinnere mich an das Erstaunen von Advokat Francesco De Rogatis aus Turin, der bei unserem Fest in Aesch, als so viele Emigranten und vielen Leuten, die aus Morra gekommen waren, ausrief: -Aber Morra ist hier, nicht in Italien!

PREFAZIONE DEL SINDACO GERARDO CAPOZZA Dai miei tre libri "30 Anni di Cronache da Morra De Sanctis e dei Morresi Emigrati"

Volume I - III

Sono passati circa trent’anni, da quando la Gazzetta dei Morresi Emigrati è entrata nelle nostre case.

Con puntualità e senza conoscere sosta alcuna, ma anche con ferma lucidità e con l’aspirazione di offrire una visione non parziale dei diversi aspetti che hanno interessato la nostra comunità, Gerardino Di Pietro ha rappresentato fatti e aneddoti di Morra, in cui i racconti si sono mescolati, talvolta, con la storia, la natura, la politica, senza preclusione verso le controversie d’opinione e più in generale rispetto ad una sana critica, ispirata costantemente ad una logica propositiva, che ha trovato nell’amore per Morra il suo unico fattore condizionante.

Partendo dalla Gazzetta, Gerardino ha deciso di estrapolarne gli scritti più significativi, per dar vita ad un’opera, in cui trovano espressione principi e valori, come quello della democrazia, del rispetto della persona e della natura, dell’amicizia, oltre ad un richiamo all’unità e alla necessità di superare sterili contrapposizioni, in nome di un solo interesse - il bene di Morra che se alimentati e, laddove necessario, recuperati, possono sicuramente contribuire a segnare il riscatto definitivo delle nostre terre, riguardo ad una condizione di emancipazione sociale e culturale, che ha conosciuto una profonda evoluzione, ma che è anche necessario adeguare e nel contempo preservare rispetto alle continue innovazioni che interessano la società attuale.

Per questo Morra, oggi più di sempre, va difesa, ma per difenderla, va ancor prima compresa, soprattutto dai giovani che si apprestano a svolgere un ruolo attivo nella vita del nostro Paese.

L’opera di Gerardino, costituisce, certamente, un ottimo strumento di conoscenza, da cui partire, nella consapevolezza che dietro le pagine non c’è solo la fatica, ma anche la gioia di aver donato qualcosa.

Di questo ci riconosciamo debitori verso l’autore, al quale va il nostro più vivo ringraziamento e l’augurio di proseguire, con la stessa passione e lungimiranza, lungo il percorso intrapreso nell’Aprile del 1983.

Gerardo Capozza Sindaco Morra De Sanctis 

 

VORWORT DES BÜRGERMEISTERS GERARDO CAPOZZA

Aus meinen Drei Bücher "30 Jahren Chronik aus Morra De Sanctis und den Morresi Emigrati

Buch I - III

 

Es sind etwa dreissig Jahre vergangen, seit die Gazzetta dei Morresi Emigrati in unsere Häuser kam. Mit Pünktlichkeit und ohne Unterbrechung, aber auch mit deutlicher Klarheit und dem Bestreben, eine unparteiische Vision der verschiedenen Aspekte zu bieten, die unsere Gemeinschaft interessiert haben, hat Gerardino Di Pietro Fakten und Anekdoten von Morra dargestellt, in denen sich die  Erzählungen manchmal mit Geschichte, Natur, Politik vermischten, ohne Ausschluss von Meinungsverschiedenheiten und ganz allgemein mit Blick auf eine gesunde Kritik, die ständig von einer proaktiven Logik inspiriert ist, die in der Liebe zu Morra ihren einzigen konditionierenden Faktor gefunden hat. Ausgehend von der Gazzetta beschloss Gerardino, die wichtigsten Schriften zu extrapolieren, um ein Werk zu schaffen, in dem Prinzipien und Werte zum Ausdruck kommen, wie die Demokratie, der Respekt vor den Menschen und der Natur, die Freundschaft, sowie ein Aufruf zur Einheit und zur Notwendigkeit, sterile Konflikte zu überwinden, im Namen eines einzigen Interesses - das Wohl von Morra, die, wenn sie genährt werden und wo nötig, wiederhergestellt, sicherlich dazu beitragen können, die endgültige Erlösung unserer Länder zu markieren, im Hinblick auf einen Zustand der sozialen und kulturellen Emanzipation, der einen tiefgreifenden Wandel erfahren hat, der aber auch im Hinblick auf die ständigen Innovationen, die die heutige Gesellschaft betreffen, angepasst und gleichzeitig erhalten werden muss. Aus diesem Grund muss Morra heute mehr denn je verteidigt werden. Aber um es zu verteidigen, muss es vorher erst verstanden werden, vor allem von den jungen Menschen, die sich darauf vorbereiten, eine aktive Rolle im Leben unseres Dorfes zu spielen. Gerardinos Werk stellt sicherlich ein ausgezeichnetes Instrument des Wissens dar, von dem aus man beginnen kann, in dem Bewusstsein, dass hinter den Seiten nicht nur die Anstrengung, sondern auch die Freude steht, etwas gegeben zu haben. Dafür stehen wir in der Schuld des Autors , dem wir unseren herzlichsten Dank und den Wunschaussprechen, den im April 1983 eingeschlagenen Weg mit der gleichen Leidenschaft und Weitsicht fortzusetzen.

 

Gerardo Capozza Bürgermeister von Morra De Sanctis

 

 

VISITA AL CAMPO DI CONCENTRAMENTO NAZISTA DI MAUTHAUSEN KLM[1]

 

Molti anni fa andai a trovare i miei parenti in Austria, e mio cognato Franz ci portò a visitare il Campo Di Concentramento Nazista di Mauthausen. In questo campo di concentramento passarono più di centomila persone, per lo più ebrei, ma anche altra gente invisa al regime nazista. In quel campo furono uccisi anche molti italiani che sono ricordati con le foto affisse al muro in una sala.

Nel campo ci sono ancora le baracche, dove vivevano i prigionieri, le docce dalle quali non usciva acqua ma gas, dove portavano i prigionieri che credevano di fare la doccia, ma erano uccisi dal gas che fuorusciva dai tubi dell’acqua. Ci sono anche i monumenti fatti erigere dalle Nazioni in ricordo dei loro connazionali morti in quel campo e c’è anche una chiesetta per le funzioni religiose.

La prima cosa che mi colpì dopo essere entrato, era un rialzo del terreno a destra di fronte alle baracche da dove si sentiva un odore di cadavere. In quel luogo mettevano i cadaveri dei morti che non finivano nei forni crematori. Camminando più avanti si vede una ripida scala con gli scalini formati di grosse pietre malferme. Quella scala porta alle cave delle pietre e ogni mattina i prigionieri erano condotti al lavoro e spesso, così solo per gioco, qualche soldato spingeva qualcuno di quelli che scendeva davanti a lui che con effetto domino faceva rotolare giù dalla scala anche gli altri. Per quella lunga scala salivano e scendevano su giù portando sulle spalle grosse pietre, nonostante la spossatezza causata anche dalla scarsa alimentazione e dalla fatica.

Un altro divertimento era stato escogitato dai soldati tedeschi che presenziavano il campo, si divertivano a spingere i prigionieri giù dalla rupe dove scavavano le pietre, perciò quella rupe era chiamata la rupe dei “Fallschirmspringer” (la rupe dei paracadutisti).

Vie metto alcune foto che ho ricavato dalle diapositive che feci nel campo.

La recinzione del Campo

La chiesa

I forni crematori dove bruciano i cadaveri

 

Il luogo delle esecuzioni

Le docce, invece dell’acqua usciva il gas

Questo sistema di tubi portava il gas nel locale, dove attendevano le persone nude che credevano di dover fare la doccia.

 

Su questa pietra facevano gli esperimenti sulle persone vive.

Disegno fatto sulla pelle umana

Le foto dei prigionieri italiani morti nel campo di concentramento

 

Disegni fatti dai prigionieri nel campo

 

La scala della morte

Scusate se ho dovuta illuminarla in due modi differenti, lla lapide è una sola

Questo è il monumento ungherese ai propri morti

Un altro monumento ricordo

Il monumento ungherese

Un altro ricordo

Non mi è possibile dopo tanti anni ricordare cosa c’è scritto su questa lapide.

Una ciminiera per il fumo causato dalla cremazione dei cadaveri

Dalla sommità di questa cava di pietre buttavano giù i prigionieri che lasciavano per terra morire lentamente. C’è la lettera di una contadina a comando tedesco del campo dove è scritto che lei ha il suo terreno proprio di fronte e non può più sopportare di vedere quelle persone morire lentamente tra atroci sofferenze e chiede che gli venga dato il colpo di grazia dopo averli precipitati nella cava.

Il fondo della cava dove terminavano la loro vita tra atroci sofferenze i prigionieri precipitati dall'alto della cava.

Questa rupe i tedeschi la chiamavano la rupe dei paracadutisti

 

 

 

 

Le celle.

Una baracca

Agli italiani che hanno qui sofferto

Il crematorio

Vedete quell'anellino sulla stanga in primo piano? Seriviva per passare il laccio per strangolare i prigionieri

 

 


 

[1] Konzentrazion Lager Mauthausen

 

 

 

 

 

 

29 Agosto

Post dal profilo Facebook di Francesco de Sanctis (Morra Sì Vota):

Condivisione del post di Jonatasa Di Sabato:

Ma non vi sembra strano che nessun giornale parli del terremoto interno all'#Ema con la "destituzione" dal trono reale di Otello #Natale? #MorraDeSanctis

 

Nella serata di domani GIOVEDI' 30 AGOSTO, alle ore 20:30, presso la Sala Consiliare del Comune, INCONTRO PUBBLICO APERTO A SINDACO ed ISTITUZIONI per DISCUTERE della ricostituzione della squadra di calcio di Morra.

Foto 9

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Post dal profilo Facebook di Pietro Gerardo Mariani:

Quando si pubblicano notizie, a maggior ragione se si riveste un ruolo istituzionale come il consigliere comunale, a prescindere se di maggioranza o di minoranza, è fondamentale per il rispetto che si deve ai cittadini, rappresentare le questioni in modo corretto e non fuorviante come ci ha abituato chi da tempo confonde la demagogia, le narrazioni fantasiose per "rinnovamento".

Il decreto dirigenziale n°1015 del 01-08-2018 (Burc n° 59 del 13-08-2018) avente ad oggetto Piano Triennale di edilizia scolastica (P.T.E.S.) della Regione Campania 2018/2020 nell'allegato "A" istanze ammissibili e candidabili riporta anche i lavori di ristrutturazione e adeguamento impiantistico dell'edificio scolastico “A. Moro” di Morra De Sanctis. La graduatoria degli interventi, come si evince dal decreto, è in funzione del livello di rischio sismico e non delle "negligenze" dell'Amministrazione Comunale che ancora una volta ha dimostrato di saper cogliere le opportunità offerte dai bandi europei, visto che l'intervento proposto è inserito nel piano triennale dell'edilizia scolastica, per garantire il miglioramento della sicurezza di quanti negli anni frequenteranno la scuola di Morra.

Foto 10

 

http://www.irpinia24.it/wp/blog/2018/08/29/contributi-regionali-per-la-promozione-culturale-anno-2018-avviso-per-enti-e-associazioni/

- Notizia che potrebbe interessare molte associazioni con sede a Morra -

 

http://www.irpiniapost.it/i-numeri-dello-sponz-fest-la-settimana-dei-25mila/

 

http://www.corriereirpinia.it/2018/08/29/sponz-fest-capossela-grande-successo-per-questa-edizione/

 

https://www.subito.it/bambini-giocattoli/culletta-neonato-a-avellino-263416332.htm

 

https://www.subito.it/bambini-giocattoli/box-bambino-avellino-263417156.htm

 

28 Agosto

Post dal profilo Facebook di Francesco de Sanctis (Morra Sì Vota):

VENERDI' E SABATO, IN PIAZZA de SANCTIS, SOLENNI FESTEGGIAMENTI CIVILI E RELIGIOSI IN ONORE DI SAN GERARDO MAIELLA.

Foto 2 e 3

 

DOMENICA POMERIGGIO AL CASTELLO TORNEO DI SCACCHI "CITTA' DI MORRA de SANCTIS":

Dopo il successo del TORNEO INTERNAZIONALE dello scorso maggio, nel pomeriggio di Domenica prossima 2 SETTEMBRE, a partire dalle ore 15:30 presso il Castello, NUOVO TORNEO DI SCACCHI "Città di Morra de Sanctis" organizzato dalla Pro-Loco in collaborazione con il Circolo Scacchistico di Montella e valevole come FINALE DEL GRAN PRIX ESTIVO DELL'IRPINIA.

Iscrizioni aperte fino alle ore 15:00 di Domenica, al costo di euro 7,00.

Partecipanti e premi divisi in base a genere (uomo/donna) e a fasce d'età.

L'iniziativa è patrocinata dall'Amministrazione comunale.

Foto 4 e 5

 

Post dal profilo Facebook di Giuseppe Marra:

Dea Madre

Foto 6

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Testi sul De Sanctis

Foto 7 e 8

 

27 Agosto

Post dal profilo Facebook di Francesco de Sanctis (Morra Sì Vota):

Anche Morra tra i comuni in cui la scossa sarebbe stata avvertita poco prima della mezzanotte di ieri Domenica 26 Agosto.

https://www.ottopagine.it/av/attualita/164813/due-scosse-di-terremoto-nella-notte-la-terra-trema-in-irpinia.shtml

 

Amarcord

Condivisione del post di Delio Ambrosecchia:

La statua di San Rocco a terra in occasione della ristrutturazione della guglia negli anni ’80.

Foto 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Post dal profilo Facebook di Rinnovamento Morrese:

Il Gruppo consiliare di "Rinnovamento Morrese" :Segnala importante bando di finanza agevolata per Imprese Femminili.

CAMPANIA: FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO PER IMPRENDITORIA FEMMINILE.

Care amiche,

vi segnalo il bando per l’implementazione di prodotti e servizi nell’industria della cultura e del turismo di Regione Campania. Oltre a stimolare le iniziative promosse dalle imprese aggregate (consorzi, contratti di rete, ecc.), incentiva la nascita di start-up al femminile nei settori dell’industria culturale, dello spettacolo e delle arti visive, del cinema, della moda, del design, dell'intrattenimento culturale e del turismo sul territorio regionale.

Ecco tutte le info: http://www.campaniaeuropa.it/

 

Post dal profilo Facebook di Toni Iermano:

Performance desanctisiana

"Si stava allegri, e si faceva il chiasso, correndo per l'orto, e l'inverno riempiendo di allegria i sottani di casa": F. De Sanctis, 'La Giovinezza'.

Momenti della vivace rappresentazione di "Un viaggio elettorale" realizzata dagli ottimi giovani della Pro Loco di Morra De Sanctis la sera del 24 agosto nell'ambito della Estate Desanctisiana.

Cartella 1

                

 

 

Post dal profilo Facebook di Un viaggio sentimentale nei luoghi di Francesco De Sanctis:

Alcuni scatti del 24 agosto 2018.

Ringraziamo quanti hanno partecipato allo spettacolo e tutti i bambini che come sempre sono stati super bravi!

Cartella 2

   

 

Post dal profilo Facebook di Gerardo Alessandro Capozza:

Giovedì 30 serata karaoke accompagnata da risotto con gorgonzola rucola e melone bianco offerto dalla casa.

 

https://www.jammway.it/item/sagra-del-baccala-a-morra-de-sanctis/

 

http://cnt.rm.ingv.it/event/20507781

 

https://www.irpinianotizia.it/terremoto-irpinia-due-scosse-ravvicinate-nella-notte-epicentro-a-caposele/

 

https://www.focus.it/cultura/storia/migranti-storia-emigrazione-italiana

 

Aforisma desanctisiano:

«Lo spirito settario perdura ancora nelle abitudini italiane, trasfuso come un virus nel sangue della Nazione. Manca in Italia un assetto sociale ben equilibrato; così che la società è abbandonata a un rimescolìo confuso e vario, facendoci difetto le qualità fondamentali dei popoli grandi: ”La disciplina, il lavoro, il dovere, il carattere”    

 

LA FESTA DI SAN ROCCO DEI NOSTRI EMIGRATI IN U.S.A.:

Nella giornata di ieri DOMENICA 12 AGOSTO, a Greenwich (U.SA.) i nostri concittadini emigrati in U.S.A. hanno rinnovato la propria devozione nei confronti del Patrono San Rocco con la tradizionale processione.

Condivisione delle foto dal profilo Facebook di Peter Covello.

Cartella 5

https://www.greenwichtime.com/local/article/Saint-Roch-is-honored-with-109th-annual-procession-13150234.php

 

http://www.irpiniapost.it/provincia-di-avellino-oltre-14-milioni-di-euro-per-strade-scuole-e-ambiente/

Post dal profilo Facebook di Rinnovamento Morrese:

cartella 1 

 

Immagini di cartoline di Morra, la maggior parte di esse sono state pubblicate nel libro di F. Grippo, “La chiesa dei SS. Pietro e Paolo”, del 2005.

Cartella 3 

 

Nel tardo pomeriggio di ieri Mercoledì 11 Luglio, il Vescovo Mons. Pasquale Cascio ha raggiunto il Villaggio Olimpia di Ascea Marina (Salerno) per presiedere la TRADIZIONALE CELEBRAZIONE EUCARISTICA con i vacanzieri morresi e dei paesi limitrofi che hanno aderito all'iniziativa della SETTIMANA al MARE che terminerà Domenica prossima 15 Luglio.

Cartella 1 

 

Immagini da Instagram:

Cartella 2 

  

Oggi GIOVEDI' 5 LUGLIO divertente escursione per i ragazzini della Ludoteca Estiva Insieme si può presso il PARCO AVVENTURA MONTEVERGINE in Ospedaletto (AV).

Cartella 1  

 

UFFICIALE: VENERDI' 31 AGOSTO e SABATO 1° SETTEMBRE FESTEGGIAMENTI CIVILI E RELIGIOSI IN ONORE DI SAN GERARDO MAIELLA.

Foto 7